#Reward crowdfunding / Qualche dritta per raggiungere l’obbiettivo di crowdfunding- A few tips for a good crowdfunding campign

Premessa: questo post non è la ricetta segreta per la pasta della pizza perfetta di nonna Lella, ma un modo per rendere la pasta un  po’ più morbida,  per dirla con una metafora alla Bersani. In parole più semplici, non garantisco che, seguendo alla lettera i seguenti consigli, il vostro progetto ottenga il successo auspicato; piuttosto sono dei consigli su come preparare una campagna di crowdfunding all’altezza. Il successo, poi, dipende tutto da voi, dalla vostra idea e, in parte, dal caso.

1)      Definite il vostro obbiettivo. Di quanti soldi avete bisogno? Quali costi e spese avete davanti a voi per riuscire a portare in vita il vostro progetto? Non dimenticatevi di includere nel budget i costi dei “premi” e soprattutto della loro spedizione. Se il vostro progetto ha costi fissi particolarmente alti, c’è una scarsa probabilità che il crowdfunding vi sia di aiuto. Meglio rivolgersi a investitori professionisti o banche.

2)      Presentate il progetto.  Ci sono due modi per farlo. Il primo è obbligatorio, il secondo no, ma ve lo consiglio caldamente.

  • Descrizione. Una semplice descrizione dell’idea e di chi vi è dietro è d’obbligo. In questa sezione scrivete anche che uso volete fare del capitale ricevuto. Qua avete inoltre la possibilità di spiegare in dettaglio in cosa consistano i premi.
  • Video. Anche se non obbligatorio, farlo è una mossa furba.  Aumenta le vostre chance di raggiungere il target. Cosa deve mostrare il video? Una storia. La storia del vostro progetto. Come è nata l’idea? Che problema/bisogno aiuta a risolvere? Metteteci la faccia (se siete un team, scegliete la persona che all’apparenza sembra più affidabile, mi raccomando!). Chi siete? E cosa conoscete, di cosa siete esperti? Dovete far capire alla gente che avete le capacità per portare a termine il progetto. Anche qua non scordate di menzionare perché avete bisogno di un finanziamento. Cercate di contenere il video entro i 3 minuti di durata. The shorter, the better. Se volete un esempio di un video fatto con mezzi propri, in modo semplice e chiaro guardate questo: Makecheese video for Kickstarter. Notevole è anche l’entusiasmo con cui la promotrice presenta il suo progetto. Se non siete entusiasti voi, in primis, della vostra idea, nessun altro lo sarà mai!

3)      Premi. Che premi offrirete ai vostri sostenitori? Cercate di essere originali e offrire premi che siano, allo stesso tempo, unici, convenienti per voi e facili da spedire.

4)      Promozione. Se Maometto non va alla montagna, la montagna va da Maometto. Sarebbe bello, ma non è il caso…Non aspettiate che i crowdfunders vengano da voi. Cercate attivamente di attirarli, promuovendo la vostra idea in qualunque network abbiate accesso. Cominciate da amici, parenti e colleghi. Chiedete al vostro vicino di darci un occhio. Parlatene in palestra, sull’autobus, al bar. Aiutatevi con i social network e chiedete di condividere il progetto. Fate in modo che sia sempre chiaro il concetto alla base del progetto e la ragione per cui state cercando i finanziamenti.

5)      Comunicazione e coinvolgimento. Fate in modo di costruire un sistema per cui possiate comunicare ai crowdfunders i vostri progressi, sia durante la campagna sia dopo. Spesso le piattaforme di crowdfunding sono già predisposte in modo che possiate comunicare facilmente i vostri progressi. Tuttavia, se lo ritenete opportuno, potete affiancare un blog, un sito o una pagina Facebook per interagire con gli investitori. Può tornarvi utile, in quanto i crowdfunders non solo vi apportano risorse finanziare, ma potrebbero anche fornirvi contatti utili, consigli e altri clienti. Non sfruttare questa risorsa sarebbe davvero un peccato!

 

 

Premise: this post is not the secret recipe for the perfect pizza, rather a way to make it a bit softer. That is a very Italian metaphor to say that I am not guaranteeing that by following my advises your project will be successful. Rather, by taking into account the suggestions, you can prepare an adequate crowdfunding campaign. The actual project success is then up to you, your idea and, partly, the chance.  

1.Define your goal. How much capital do you need? Which costs and expenses are you going to face to start up you project? Don’t forget to include in the budget the rewards and expeditions costs. If your project has very high fixed costs, there is a low chance that crowdfunding works for you. It is better to look for professional investors or banks.

2. Project presentation. There are two ways of doing it. The first one is mandatory, I would say, while the second it is not, but I firmly suggest it.

  • Description: A simple description of the idea and of its fathers and mothers is necessary. Make sure to write in this section what do you need the money for. Here, you can also provide a detailed description of the rewards.
  • Video. Even if it is not compulsory, uploading a short video about the project is a smart thing to do. It increases the project’s chances to reach the targeted amount. What should the video tell? A story. The story of your project. How the idea was born? Which problems/needs is it solving? Stand up for it (If you are a team pick the one that has the most trustworthy look)! Who are you? What are you expert about? You need to make people believe  that you have the skills to realize the project. Do not forget to mention why you need the capital. Keep the video shorter than 3 minutes. The shorter, the better. Here is an example of a very well done, self-made, simple and clear video: Makeacheese for Kickstarter. It is admirable how enthusiastic the project initiator sounds. If you yourselves are not enthusiastic about your project, then nobody will ever be.

3. Rewards. What rewards are you going to offer to your supporters? Try to be original, offering unique, but at the same time convenient to ship rewards.

4. Promotion. Do not wait for crowdfunders to come to you. Actively attract them, by promoting your idea in every network you have access to. Start with friends, relatives and colleagues. Ask your neighbour to have a look at the project. Talk about it while at the gym, on the bus, at the bar. Use the social media to ask people to share it. Make sure that the project concept and the reason why you are looking for investments are always clear.

5.Communication and involvement. Make sure to find a way to keep crowdfunders updated about your progress, both during the crowdfunding campaign and after it. In many cases the crowdfunding platforms already offer a system to let you communicate with the investors. However, if you deem it helpful, you can also add a blog, a website or a Facebook page to interact with the crowdfunders.  This can turn very useful, since the crowd investors not only provide you financial resources, but they may be also willing to share with you interesting contacts, advises and customers. Leaving this resource unexploited would be a pity!

Annunci

Un pensiero su “#Reward crowdfunding / Qualche dritta per raggiungere l’obbiettivo di crowdfunding- A few tips for a good crowdfunding campign

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...